Pernottamento invitati:  un matrimonio in totale relax

Il giorno del tuo matrimonio puoi organizzare quello che desideri ma se è “fuori porta” non dimenticare il pernottamento invitati.

Non importa se il matrimonio fuori città è una tua scelta o una necessità. Gli sposi sono i “registi” di questo giorno speciale e gli ospiti devono adattarsi alle indicazioni.

Continuando a leggere ti offrirò qualche suggerimento:

Quando è utile valutare una location con alloggio per invitati

Il giorno del matrimonio è un momento molto importante per una coppia.

Devi chiederti: vuoi un momento “intimo” o da vivere “circondato” da tutte le persone care?

Il nostro consiglio segue un ragionamento logico. Hai tutta la vita da dedicare al tuo partner, quindi, questo giorno è bello trascorrerlo con tutte le persone che amate.

Sposarsi al Feudo o in una località immersa nel verde è una soluzione vincente. Attorno alla festa, organizzata in onore degli sposi, ci sarà un paesaggio collinare mozzafiato. Arrivata la sera, alzando gli occhi, il cielo illuminato dalle stelle anticiperà i migliaia di momenti felici da trascorrere insieme.

Questo progetto comporta la necessità di allontanarsi un po’ dalla città e far spostare gli ospiti con mezzi privati.

Ecco alcuni inconvenienti che devi prevedere e gestire:

  • se la strada del rientro è lunga gli ospiti staranno attenti all’orologio per verificare che non si faccia troppo tardi;
  • i conducenti delle auto non potranno brindare alla vostra gioia per evitare di far salire il tasso alcolemico.

Considerazioni valide ma facilmente superabili se scegli una struttura che abbia sia una sala ricevimenti sia un hotel. Una comodità di cui potrete beneficiare tutti.

 

Chi paga il soggiorno degli ospiti

Il galateo prevede che siano gli sposi a saldare il conto dell’hotel. Questo presupposto si basa sul fatto che gli sposi siano desiderosi di avere quelle persone al loro matrimonio. Tutto, però, va calibrato in base al numero degli invitati che vengono da fuori e al budget che hai predisposto.

Ecco alcune risposte ai principali quesiti che ti dovrai porre. Per te abbiamo provato a sintetizzare l’argomento:

  • Quante notti bisogna pagare? Minimo una notte (quella del matrimonio) massimo due (se includi la vigilia). Se gli invitati desiderano prolungare il loro soggiorno allora provvederanno autonomamente.
  • Quando bisogna avvisare che il conto sarà pagato? Immediatamente. Non appena si consegna la partecipazione (o si invia per posta) devi avvisare che l’hotel è a tue spese. Lo libererai dall’imbarazzo e potrà rispondere con serenità.
  • Come distribuire le camere? Cerca di evitare, se possibile, di fare preferenze nello stile della camera. Distribuisci le camere con criterio logistico e cerca di facilitare l’accesso per chi ha difficoltà deambulatorie. Se hai un folto gruppo di amici raggruppali tutti in un’ala, possibilmente lontani da parenti… brontoloni.

Conclusioni

Il matrimonio al Feudo San Martino soddisfa completamente la tua esigenza di accogliere invitati che provengono da fuori città. Le sue 22 camere e 3 suite ti permettono di alloggiare un folto gruppo di ospiti.

Vivi la magia del Feudo e scopri il piacere di prolungare il giorno più bello della tua vita anche la mattina dopo le nozze. Quello che rimarrà impresso nella tua memoria e quella dei tuoi cari sarà un’esperienza indimenticabile.

 

E per chi desidera un matrimonio con rito civile può far iniziare i festeggiamenti già dalla cerimonia nuziale.

Preferisci il giardino Federico II o il giardino Enrico VI? Desideri che la sposa arrivi scendendo una scenografica scalinata o, piuttosto, sposarti sotto un romantico arco?

Vieni a trovarci con la tua lista degli invitati, insieme valuteremo la location più adatta.